Ultime ricette inserite:

Chef BEPPINO D'OLIVO Maestro di Cucina



2019 28 maggio

Chef BEPPINO D'OLIVO Maestro di Cucina

Chef BEPPINO D'OLIVO Maestro di Cucina
Maestri della cucina del 900

 GIORNATA DEDICATA ALLA MEMORIA DELLO CHEF BEPPINO D’OLIVO

La giornata dedicata alla commemorazione dello Chef Beppino D’Olivo tenutasi il 3 maggio presso il Centro di Documentazione dei Maestri della Cucina di Terra e di Mare del ‘900 al Museo Civico delle Carrozze di San Martino, è stata particolarmente toccante per i ricordi portati da amici e dagli Chef Sergio Mian, Sergio Negro e Danilo D’Olivo pasticcere e compagno d’arte.
In particolare il pubblico numeroso si è commosso durante la proiezione del cortometraggio realizzato e proiettato da Sergio Negro, profondo amico Chef e collega che ha fatto rivivere ricordi ed emozioni, ringraziando la persona di Beppino D’Olivo per la sua generosità e grande umanità, soprattutto nei confronti della sua famiglia e di suo figlio, per il quale ad ogni compleanno non dimenticava mai di festeggiarlo con una splendida torta.
Il Maestro di Cucina della Federazione Italiana Cuochi ha iniziato a lavorare come ragazzo di cucina al ristorante “La di Moret” di Udine, in seguito seguendo la sua passione per la cottura del pesce decise di affinare la sua abilità collaborando come aiuto cuoco presso l’Hotel Internazionale di Lignano. Nel 1975 divenne il responsabile dell’Hotel “Punta dell’Est” e lavorò anche per un breve periodo “Al Fogher” di Roma.
Le capacità manageriali acquisite lo portarono a cogestire l’hotel ristorante “Roma” nel cuore di Palmanova e nel 1995-96 ha gestito la cucina dell’hotel “Florida” di Lignano Sabbiadoro. La cultura asburgica e le sue tendenze storiche ed innovative hanno permesso a Beppino di condurre con successo la cucina del ristorante “Tabladel” di Colfosco di Corvara, tutto questo gli ha permesso di distinguersi anche nel ristorante “La Fattoria dei Gelsi” di Lignano Sabbiadoro.
Il suo valore e la sua professionalità come Chef e organizzatore di cucina gli hanno permesso di ottenere numerose onorificenze tra le quali, quella del “Collegium Cocorum” e del “Cuoco d’Oro”, ma ciò per cui viene soprattutto ricordato è la sua magnanimità ed il suo pensiero positivo che lo portava a risolvere sempre qualsiasi problema con altissima professionalità e generosità.

In sua memoria è stato istituito il “Concorso Allievi Beppino D’Olivo”, il più grande riconoscimento alla sua professionalità che lui avrebbe veramente apprezzato perché Beppino ha sempre tenuto molto alla fortuna dei suoi ex allievi in quanto sarebbero stati loro in futuro gli ambasciatori della sua cucina.

All’Associazione Culturale Progetto Quattro Stagioni e alla Casa Editrice l’Orto della Cultura, va il merito di valorizzare la storia e l’opera di grandi Chef della nostra regione e del nostro territorio nel Centro della Cucina di Mare e di Terra recentemente riallestito nel museo. A loro va anche il merito e di aver aperto un canale di collaborazione ed aggiornamento costante con l’Istituto Tecnico Jacopo Linussio di Codroipo.

Personaggi come Giorgio Busdon e Beppino D’Olivo non più tra noi, sono punte di orgoglio del nostro territorio che hanno lasciato memoria di altissima professionalità ed arte in cucina, operosità’ e grande umanità’.

La serata è stata allietata anche dalla compagnia teatrale “Clâr di Lune” che ha interpretato alcuni brani tratti dallo spettacolo “La Guere dai Cogos” .

 https://www.unionecuochifvg.com/_it/gallery_.asp?IDtipo=131